Home / Archivio / Israele senza confini – AA. VV.

Israele senza confini – AA. VV.

Dossier PalestinaLo Stato di Israele non ha mai voluto definire i suoi confini. Le frontiere di fatto risultate dagli armistizi del 1949 erano d’altra parte ben più favorevoli a Israele di quanto prevedesse il pur discutibile progetto di spartizione dell’ONU del 1947. Ma nel 1956, nel 1967, nel 1973 e con l’intervento nel Libano (dal 1978 a oggi) i governanti israeliani hanno rivelato di considerare sempre provvisorie e insufficienti le linee di demarcazione ottenute con le guerre precedenti.

Molti dirigenti sionisti hanno teorizzato un’espansione permanente ai danni del mondo arabo, che dovrebbe essere “ristrutturato” profondamente spezzandone le attuali formazioni statali. Accanto a questo aspetto (documentato con testi di autori israeliani) il volume mette a fuoco un altro elemento costante nella politica estera dello Stato di Israele: il sostegno politico-militare alle dittature del “terzo mondo”.

La seconda parte del libro è dedicata a una sistematica informazione sulle condizioni sociali, economiche, giuridiche dei territori occupati nel 1967, sulla politica di colonizzazione e annessione portata avanti dai governi israeliani (sia laburisti che di destra), e sulle implicazioni dell’occupazione per la popolazione palestinese.

Titolo
Sottotitolo
Autore
Editore
Anno
Lingua
Dewey
ISBN
Donatore
Sezione